AltaRoma: Secret Garden di GIADA CURTI

 

Si è appena conclusa l’edizione invernale di AltaRoma e a portare una magica aria primaverile che ha  stiepidito le fredde giornate capitoline è stata la giovane e bella stilista romana Giada Curti con la Collezione – Haute Couture Primavera/Estate – Secret Garden.

Ispirata a Lawrence Alma Tadema, un artista eclettico dell’epoca vittoriana ed edoardiana e presentata nella cornice storica e lussuosa del The St. Regis a Roma, la sfilata è stata un vero e proprio evento, dove gli abiti hanno reso il Giardino più incantato che segreto.

 

 

 

 

 

 

Creazioni sontuose, eleganti dalle quali traspare non solo la grande attenzione all’universo femminile, che da anni riserva la stilista (basti pensare alla creazione dell’abito anti-stalking in tulle di seta grigio tortora su cui spiccano le cifre ricamate con swarovski dell’articolo 612 bis, dove sulla cintura è stata cucita una tasca dalla quale si può nascondere ed estrarre lo spray urticante), ma sopratutto l’ anima gentile e raffinata che la contraddistingue.

Le donne di Giada Curti sono Veneri, donne d’altri tempi, romantiche, luminose e variopinte. Abiti in perfetto equilibrio nel mix di tessuti – mikato di sete e voile stampati con motivi floreali illuminati da paillettes sfumate e delicate – di fantasie e di colori brillanti e quasi tattili.

Finalmente a mettere in ombra e sostituire le vecchie stole e i bolerini, che negli ultimi decenni ci sono stati proposti in tutte le salse, sono le giacche sovrapposte ai lunghi e ampi abiti.

Una collezione lodevole non solo perchè volta ad onorare il corpo della donna, ma sopratutto per essere completamente Made In Italy: dai gioielli contemporanei di Alex Carelli, realizzati con ferro e pietre naturali quali ametiste, zirconi granati, acquemarine e fluorite, alle preziose shoes di Valentina Gallo, dove il tema dei fiori è stato interpretato con tessuto in crepe de chine, ed infine alle borse gioiello in piume.

Abiti sartoriali dove i dettagli sono motivo di vanto in ogni sua collezione, ma in questa non possiamo non notare i fiori ricamati in rilievo che si adagiano addolcendo anche le righe severe orizzontali ed oblique dei tessuti.

A dare un ulteriore tocco di romanticismo e a renderli ancora più unici sono i cerchietti bouquet che adornano ed esaltano i lineamenti dei volti delle donne.

MaryG'S

 

Devo ammettere che questi abiti mi hanno stregata, restando impressi negli occhi ogni volta che li chiudo e nella mente hanno lasciato un ricordo positivo ed emozionante di questa edizione di Alta Roma!!!

Giada Curti ha fatto “esplodere” nel suo giardino segreto un’ insolita primavera, intrepida, ma estremamente chic ed intensa, dove ogni suo abito è ricco di poesia e come il Botticelli dove la sua Venere è al centro del suo dipinto, simbolo neoplatonico dell’amore più elevato, allo stesso modo la stilista l’ha resa indiscussa protagonista di questa collezione.

Ancora qualche scatto per poter condividere con Voi questo mio pensiero…..

 

 


 

 

 

 

…Cosa ne pensate????

 

 

2 commenti su “AltaRoma: Secret Garden di GIADA CURTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *